Archivio

Archive for the ‘News’ Category

Professionalità non retribuita alla Innocenzi

 

Stamattina, girvavando su facebook non ho potuto non notare il seguente post della giovane, intraprendente e brava giornalista di Servizio Pubblico, Giulia Innocenzi.
Post Giulia Innocenzi

 

L’annuncio sembra molto quello di Federico PizzarottiM5S, neoeletto a gennaio 2013 al comune di Parma che chiedeva un informatico aggratisse con tanta voglia di fare del bene per il comune.

Quello che mi sconvolge di piu’ in tutto questo e’ che queste richieste vengono da persone giovani. Non mi sarei stupito se questi annunci vengano fatte dai Berluscones o dai Bersani del caso che non capiscono il fenomeno web ed internet. Il fatto che queste richieste arrivino da persone giovani, quasi mie coetanee, mi fa capire che in italia non sta cambiando niente e che le nuove generazioni non si discostano molto dal modo di pensare delle generazioni passate.

Io non credo che la signorina Innocenzi avrebbe mai iniziato a lavorare a Servizio Pubblico senza tutte quelle centinaia di migliaia di persone, compreso me, che hanno donato 10 euro per far partire il progetto di Santoro. Perche’ queste persone hanno donato 10 euro? Perche’ riconoscevano in Santoro e la sua crew la professionalità e volevano vedere ancora un volta in onda il loro lavoro.

Ciò che persone come Giulia non capiscono è che il lavoro dell’informatico, come qualsiasi altro lavoro, ad esempio, il giornalista, richiede professionalità e adeguata retribuzione che dovrebbe essere proporzionale alla qualità del lavoro svolto. Se questo lavoro, professionale, non viene retribuito, si è semplicemente una componente rimpiazzabile. E allora, che senso ha la professionalità? Quante volte ho sentito la frase: “Il sito lo faccio fare a mio nipote a 50 euro”. Una frase del genere, detto dall’imprenditoretto di turno, fa capire come la tecnologia è vista come un costo e non come valore aggiunto o componente fondamentale del business o dell’idea che si vuole proporre. Ovviamente, ogni persona che mi ha detto questo, è poi tornato a bussare alla mia porta perchè il “sito del nipote” era inadeguato a quello che voleva fare.

Inoltre, il lavoro dell’informatico è diverso da quello del giornalista per diverse cose: sembra che svelo l’arcano, cara Giulia, ma un sito o qualsiasi sistema che gira su un computer ha un costo. Il costo dell’hosting e della connessione se è un servizio online, il costo degli update a breve, medio o lungo termine ecc ecc. Tutti questi costi, se non preventivati a dovere  possono non solo inificiare sulla riuscita del progetto ma addirittura affossarlo. Un sistema informatico, sito web, qualsiasi cosa, aggratisse, semplicemente non esiste. Il fatto che tu usi dei servizi, gratuitamente, è perchè stai pagando in altro modo, per esempio con la tua privacy o vedendo inserzioni pubblicitarie più o meno nascoste (aka google e facebook)

Se mai leggerai questo articolo, cara Giulia, ti consiglio la prossima volta di non dire semplicemente “cerco informatico aggratisse” ma di dire “cerco collaboratore tecnologico per una idea di volontariato”. Non suona molto meglio ? Se dicessi: “cerco giornalista aggratisse” o “cerco brava scrittrice per una idea di volontariato” non suona meglio ? Perchè poi, se l’idea è valida, i soldi arrivano, con la pubblicità o con finanziamenti privati, ed il giornalista e l’informatico almeno potranno sfamarsi in un Paese, come il nostro, incapace di progredire.

My 2c.

Annunci

Finalmente Laureato!

ottobre 17, 2009 1 commento

Scusate se oggi vi racconto un po’ di me e del mio progetto di tesi. Se siete interessati alla tecnologia Bluetooth o al linguaggio D la troverete comunque interessante 😀
Il 22 Settembre 2009 ho affrontato la mia discussione di laurea e mi sono laureato al Politecnico di Milano in Ingegneria Informatica. La mia tesi è stata sulla prima Honeypot Bluetooth per l’analisi del malware esistente, che io conosca.
E’ un programma complesso, dall’architettura client/server, scritto per la maggior parte in D. Il programma si basa sullo stack Bluetooth Bluez e contiene i bindings per bluez da C a D. Se avrò tempo ho intenzione di aggiungere i binding alla libreria Tango.

La tesi è scritta per chi non conosce ancora il protocollo Bluetooth ma ha già consolidate tecniche di programmazione in C.

Se volete capire di che cosa parlo, la mia tesi è liberamente scaricabile.

A breve metterò a disposizione il sorgente LATEX editabile con lyx per scrivere la propria tesi. Lyx è un ottimo programma per chi, come me, non conosce il LateX 😉

Categorie:Generale, News

Ubuntu 10.04 sarà Lucid Lynx

settembre 20, 2009 4 commenti

Dopo Karmic Koala, ovvero Ubuntu 9.10 o Ubuntu 2009.Ottobre, la prossima release, che sarà una long term support, ovvero supportata per 5 anni, si chiamerà Lucid Lynx. Viene meno, in questa versione, il binomio animale-aggettivo che ha caratterizzato tutte le relase di Ubuntu fino a questa. Il nome è stato annunciato da Mr. Mark Shuttleworth che all’Atlanta Linux Fest.

Il termine Lucid Lynx vuole ricordare due software portanti del mondo del free software: Emac e Lynx. Lucid Emacs era una scia di sviluppo che poi si è evoluta con il nome di XEmacs e Lynx è il classico web browser testuale rilasciato nel 1992 che ancora riceve aggiornamenti. Entrambi vogliono sottolineare il LTS (Long Term Support) che verrà dedicato a Lucid.

Aggiornamento: Lucid Lynx significa anche Lince Lucida quindi il binomio non viene meno. Grazie a tutti i commenti che hanno segnalato questa cosa.

Fonte: h-online.com

Categorie:ExtFeed, News Tag:,

Rilasciato Full Circle Magazine n° 28

Da pochi giorni è stato rilasciato il Full Circle Magazine n° 28, la rivista indipendente di casa ubuntu.

In questa rivista in pdf si parla di:

  • Programmazione in python (seconda parte)
  • Creare un server LAMP (Linux Apache Mysql Php. Sulla rivista c’è un errore, come P hanno messo PhpMyAdmin)
  • Sshfs. Ne avete sentito parlare in un mio precedente post.
  • Come installare il proxy Squid per velocizzare le connessioni ad internet.
  • Allmyapps.com : un sito che raccoglie tutto il software per ubuntu.
  • Nuovo Skype. Anche di questo ne ho parlato di recente.
  • Recensioni di software per il voip: il mio preferito è Twinkle.
  • Creare cataloghi e collezioni con Tellico.

Lettura sicuramente consigliata e non troppo impegnativa. Ideale da leggere mentre si viaggia. Si legge in meno di 30 minuti (se siete anglofoni). Io l’ho letto ieri sera in metro sul mio nokia n810 mentre raggiungevo degli amici in un locale 😉

A presto!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: