Archivio

Posts Tagged ‘psiche’

No il cancro non può essere curato con la mente. punto.

dicembre 27, 2012 3 commenti

Mi scuso con i miei lettori abituali, questo post non parlerà di tecnologia ed informatica. Inoltre vi avverto che potrebbe essere particolarmente prolisso. Insomma siete avvisati prima di iniziare a leggere 🙂

Ogni anno, sotto il panettone, capita sempre la discussione. Quella discussione che quando la senti ti fa ribollire il sangue. Quest’anno la discussione che mi sono trovato ad affrontare non ha niente di informatico o tecnologico ma è di natura prettamente medica ed è nata sulla frase: il 70% delle malattie è curabile con la mente e con l’effetto placebo.

Appena sentita una frase del genere sfido qualsiasi uomo di scienza a non iniziare a contraddirla pur non avendo solidi dati alla mano. Una affermazione del genere mette in discussione circa 300 anni di storia delle medicina, da Pasteur ed i suoi vaccini ad oggi. Basta infatti osservare un qualsiasi ospedale per capire che senza medicinali il mondo sarebbe molto meno popolato.

Come se non bastasse, chi sosteneva la prima frase affermava che anche il cancro e curabile con l’effetto placebo. Dopo aver sentito questa frase potete immaginarvi che nella mia mente spuntava il fantasma di Vanna Marchi e di tutti gli stregoni ad essa associati. Ovviamente non avrei fatto neanche caso se queste parole venissero dal familiare di turno che a causa dell’età non ha perfezionato i suoi studi e quindi facilmente impressionabile da falsi messaggi televisivi o giornalistici molto comuni ai giorni d’oggi. Invece chi parlava era una persona che studiava all’università psicologia e, pur capendo la volontà di sottolineare l’importanza della materia studiata, è comunque un po’ troppo farsi sostenitore di una tale frase. E’ proprio questo il fatto che mi porta quindi a scrivere questo articolo ed ha attivato una ricerca durata qualche ora sull’effetto placebo e su come la psiche possa essere causa o meno del cancro.

Procederemo a dimostrare che i vaccini sono efficaci e poi procederemo ad orgomentare il fatto che l’effetto placebo non è in grado di curare nessun tipo di male.

L’immagine che segue è chiara e mostra come una volta somministrati i vaccini alla popolazione i casi rivelati per il singolo male vaccinato sono ridotti anche fino al 99,9% su base annua. Statisticamente parlando, c’è una forte evidenza che il sorgere della malattia sia correlato con la somministrazione o meno del vaccino.

https://i0.wp.com/upload.wikimedia.org/wikipedia/it/5/51/TabellaNetworkItalianoVaccinazioni.JPG

Credo basti solo questa tabella per dimostrare che appunto i vaccini sono efficaci ed hanno salvato milioni di vite in passato.

Chi sosteneva che il cancro può essere curato con l’effetto placebo argomentava con un link su mediciitalia.it sull’argomento placebo. In questo link in effetti si parla di un caso, quello del sig. Wright. In sintesi, il signor Wright, nel 1952 è stato trattato con un placebo ed il suo cancro è iniziato a regredire, scoperto il fatto che la medicina che prendeva non era efficace con il cancro, quest’ultimo è nuovamente avanzato, il medico ha quindi somministrato un altro placebo ed il sig. Wright, di indole buona e accondiscendente, ha visto diminuire la voracità del suo tumore. Quando scoprì che era di nuovo vittima di un placebo il sig. Wright morì.

Questo articolo mi ha incuriosito perchè non appariva sul primo sito internet scritto da un mitomane, ma su mediciitalia.it che dovrebbe godere di una certa autorevolezza e l’incredibile storia raccontata mi ha incuriosito ancora di più. Che davvero la psiche possa curare anche mali di natura chimico fisica?

In questo caso c’è da sottolineare in primis che è datato 1950. In quegli anni non esistevano ancora sia la TAC o Tomografia compiuterizzata o la RMN o Risonanza magnetica nucleare che sono i due strumenti con i quali oggi si traccia lo sviluppo e la presenza di un cancro in qualsiasi corpo biologico. All’epoca pure la chemioterapia ancora muoveva i suoi primi passi e si era ben lungi a trovare qualche rimedio contro il cancro.

Continuando ad informarmi trovo uno studio sull’effetto placebo a cui la BBC ha dedicato un articolo. Datato 2003, la ricerca ha usato il metodo del double blind trials ovvero i pazienti sono suddivisi su due gruppi, ad uno vengono dati dei placebo. Tutti i pazienti sono inconsapevoli sul fatto che assumono un placebo o meno. Nel 21% dei casi che hanno assunto un placebo c’è una riduzione dei dolori e dei tranquillanti, il 27% ha mostrato un incremento di appetenza e il 17% ha incrementato il proprio peso di conseguenza. Tuttavia solo il 2% dei pazienti ha visto una lieve riduzione della massa tumorale, ma ciò può essere comunque attribuibile a errori di misurazione.

Lo studio conclude con Substantial improvements in symptoms and quality of life are unlikely to be due to placebo effects. ovvero che Non c’è nessuna evidenza statistica che l’effetto placebo curi il cancro.

Riguardo al sig. Wright è quindi molto probabile che il cancro continuava a progredire mentre comunque lui, per fattore prettamente psicologico, sembrava aver riguadagnato la sua salute.

E diffidate di mediciitalia.it. Sembra che non siano in grado di interpretare bene l’inglese.

A tutte le aspiranti Vanna Marchi o Vanna Marco, cambiate mestiere, a tutti gli aspiranti dottori o psicologi, non cadete nel tranello del populismo e del sentito dire, siete scienziati e prima di calpestare la medicina moderna credendo nei complotti monetari consultate più di un link.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: